Deputazione di storia patria per l’Umbria

 

La Deputazione

La Biblioteca

Home

Le pubblicazioni

Pubblicazioni on line

Novità Indirizzi e sede   Links Ordinazione Libri

 

Fonti

per la storia dello Studium Perusinum

 

2

Stefania Zucchini

Università e dottori nell'economia del comune di Perugia

 

2008

 

 

 

L'attenzione finora rivolta dagli storici delle università italiane al tema delle spese per l'attività degli Studia è stata scarsa, non tanto per disattenzione quanto per la frammentarietà e occasionalità delle fonti. Il lavoro di Stefania Zucchini mette a frutto una delle tante ricchezze dell'Archivio storico del Comune di Perugia, la serie Conservatori della Moneta, costituita da 95 registri che coprono in maniera pressoché compatta il secolo e mezzo tra il 1365 e il 1511. Tra le molte voci di uscita figurano anche, con apprezzabile continuità, le spese per lo Studium (che, come è noto, era gestito direttamente dal comune di Perugia) e in particolare per la retribuzione di dottori e maestri.
Questo libro è costruito sullo spoglio della documentazione che si è detta. La base dei dati è riprodotta in forma di tabelle alla fine del volume: lì si troveranno tutte le informazioni e precisazioni circa l'utilizzo della fonte. Sul fondamento di queste ricchissime informazioni è costruita la riflessione storiografica, che dunque è diretta primariamente a seguire l'andamento della "attenzione" delle autorità comunali (a loro volta condizionate dalle congiunture economiche e politiche) verso quella creatura peculiare della città che fu il suo Studium; e di qui, naturalmente, a ricostruire l'organizzazione della didattica e l'andirivieni degli insegnanti.
Per ottenere questi risultati, l'indagine sulle fonti finanziarie si confronta continuamente con i dati forniti dalla documentazione normativa (statuti e verbali consiliari), termini di paragone indispensabili per restituire l'interezza delle relazioni tra comune e Studium. Né mancano ulteriori spunti di valutazione, in specie sull'interlocutore e destinatario degli interventi comunali: ossia sul corpo docente e sulle sue risorse e capacità finanziarie.
 

   
L'autrice

Stefania Zucchini, laureata in Lettere e dottore di ricerca in Storia, è attualmente titolare di assegno di ricerca presso la cattedra di Storia medievale della facoltà di Lettere e filosofia dell'Università degli Studi di Perugia. A livello di ricerca si interessa anche di storia ecclesiastica dell'Umbria medievale. Fa parte del comitato di redazione del "Bollettino della Deputazione di storia patria per l'Umbria".

 

 

 

SOMMARIO

 

 

 

Premessa

Pag.

vii

 

 

 

Fonti e bibliografia

»

ix

 

Fonti inedite, pag. ix - Indice delle opere citate, pag. xii

 

 

 

 

 

introduzione

»

3

 

 

 

 

Capitolo primo

DALLA PARTE DELLA CITTà

 

 

1. La retribuzione dei lettori tra salarium e colletta: comparazione fra i sistemi di pagamento degli Studia italiani » 7

2.

Fiorini e denari: una città, due monete. Equivalenze ed oscillazioni tra moneta grossa e moneta piccola

»

13

3. Le spese per lo Studium nella gestione delle finanze cittadine » 22

 

3.1. La tarda età comunale (1364-1399), pag. 22 - 3.2. Dalla soggezione a Giangaleazzo Visconti al regime braccesco (1400-1424), pag. 32 - 3.3. I prodromi di una città pontificia (1424-1506), pag. 39

 

 

 

 

 

 

Capitolo secondo

dalla parte dello studio

La politica delle cattedre tra XIV e XVI secolo

   

1.

Aree disciplinari ed insegnamenti

»

55

  1.1. I fondamenti normativi, pag. 55 - 1.2. Letture ordinarie e straordinarie, pag. 59 - 1.3. I lettori e il rettore degli studenti, pag. 60    

2.

Il diritto

»

64

  2.1. La struttura organizzativa, pag. 64 - 2.2. Utriusque iuris doctores: l'insegnamento giuridico nello Studio perugino, pag. 66    

3.

Le arti e la medicina

»

82

  3.1. Il primato della medicina, pag. 82 - 3.2. La medicina fra insegnamento e pratica, pag. 88    

4.

Gli insegnamenti di base

»

103

  4.1. Alla ricerca di un magister abbaci, pag. 103 - 4.2. Le cinque letture di grammatica fra alfabetizzazione e cultura retorica, pag. 105    

 

 

 

 

Capitolo terzo

alcuni spunti di indagine

   

1.

Docenti forestieri e cittadini

»

119

  1.1. Il superamento della normativa delle origini, pag.  119 - 1.2. Forenses, habitatores, cives: l'integrazione dei lettori forestieri nel tessuto cittadino, pag. 130    

2.

Considerazioni sullo status sociale dei lettori

»

137

  2.1. Self-made man: l'ascesa sociale dei giuristi nella seconda metà del Trecento, pag. 137 - 2.2. La nobiltà in cattedra: il predominio delle famiglie aristocratiche in ambito giuridico nel Quattrocento, pag. 142    

3.

La partecipazione dei lettori dello Studio alle attività finanziarie gestite dal potere pubblico

»

149

 

 

 

 

appendice

Spoglio della serie Conservatori della Moneta

 

le fonti

»

175

  1. L’offitium conservatoratus e la camera apostolica, pag.  175. – 2. Le modalità di retribuzione di magistri e doctores e del rector Studii, pag. 183. - 3. La gabella, pag. 187    

A.

Pagamenti ai lettori e al rettore degli studenti

»

195

B.

Anni accademici attestati dalle fonti finanziarie (1364-1511)

»

313

C.

Lettori e rettori degli studenti fra 1364 e 1511

»

351

 

 

 

 

indice dei dottori, maestri e rettori degli studenti

»

413